Le mie forme maniacali.

Dettaglio della Home Page, oppure coniglio al forno, ben cotto.

Sarò più dettagliato nei prossimi giorni. La mia puerile forma maniacal-autistica di avere certi dati immediatamente disponibili sulla mia home page ha trovato sponda in un bravo programmatore che in poche ore ha codificato una serie di programmi che per me sono scritti in ideogrammi assiro-babilonesi. Tuttavia sto iniziando a capire come funzionano e dunque da questa sera e per me in modo assolutamente miracoloso, sulla home page compare una scritta con indicati elementi totalmente indifferenti al 99,9999999% della popolazione umana.

Ho trovato questo free lance guardando su Internet, è il primo che ho trovato, mi è piaciuta la sua pagina ed il suo curriculum, ci siamo scritti, ha capito al volo quello che volevo fare et voilà.

Ci sono ancora delle sbavature: dall’ultimo solstizio per esempio il sole dura 2 ore 49 minuti e 32 secondi in meno (dal 21 Giugno) e gli devo chiedere come fare per correggere, le due ore non vengono mostrate. Ho guardato attentamente le righe che dovrebbero dare il risultato ma non ne sono venuto a capo. Poi inizialmente mi venivano fuori date farlocche per colpa degli Americani che, unici al mondo, usano indicare le date con MESE/GIORNO/ANNO secondo una logica impresentabile. Ma ho trovato l’inghippo.

Almeno credo; domani mattina, in modo magico ed esoterico dovrebbero comparire i dati del 12 Settembre, altrimenti mi sfugge qualcosa di ben più articolato dei soliti gas rari.

Leave a comment

Quando non piove da mesi.

E lavori la terra, fai un po’ di polvere. A 10 km di qui ha fatto una mezza alluvione, qui zero. Lo ripeto, non invoco una alluvione ma cazzo, un po’ di pioggia ogni tanto non sarebbe male.

Leave a comment

Buongiorno da Gastone.

Quando io arrivo e lui immediatamente se ne va, si alza in volo sempre verso est. Poi compie una virata a sinistra e torna più o meno indietro, quando passa nelle mie vicinanze si mette a fare il suo verso ripetutamente. Ritengo plausibile che così facendo voglia comunicarmi il suo disappunto per averlo disturbato. In effetti mi sento un rompicoglioni, ma lui non vuole capire che io sono inoffensivo.

Instagram. Si, va bene le foto, ma sono sempre più convinto che serva per conoscere dei potenziali partner. Ho messo on line 24 foto dall’inizio eppure ho 90 persone che mi seguono. Ne conosco una minima parte. Tra le persone sconosciute ci sono almeno 3 soggetti di genere femminile che non conosco e che si presentano con fattezze decisamente attraenti, anche troppo. Una in particolare ha un nome improbabile, tipo Mellonia Dupont e si presenta in slip e reggiseno con una espressione del tipo “sono qui che ti aspetto con braccia, dita, labbra, narici e gambe spalancate”.

Leave a comment

La sonda nella cisterna.

Ho sicuramente parlato di questa facezia probabilmente ogni sei mesi da quando esiste questo blog. La sonda, consistente in un tubo di acciaio che si sfila dal tombino, è al momento il solo ed insostituibile strumento per controllare il livello dell’acqua nella cisterna. In questa spettacolare fotografia si vede la sonda, ogni tacca corrisponde a 5 centimetri, ovvero 1.800 litri di acqua, ed il segno dei due metri, 72.000 litri. Oggi siamo intorno a circa 28.000 litri disponibili. Pochini, ma l’apporto del pozzo permette di tenere i circa 1.000 metri quadrati di prato innaffiati. Perchè fa ancora caldo, oggi 29° di massima. (inserire un insulto a scelta)

Sono sempre in attesa di trovare lo spunto necessario per installare l’indicatore ad orologio che ho acquistato due o tre anni fa, ma il tubo è decisamente competitivo ed è a scomparsa, mentre l’orologio con la lancetta è brutto e non saprei dove esporlo. Potrei venderlo su E-bay.

Cisterna di raccolta acqua piovana e pozzi
Larghezza600cm.
Lunghezza600cm.
Altezza del troppo pieno280cm.
Massima capacità100.800litri
Ogni cm.1360
2720
31.080
41.440
51.800
62.160
72.520
82.880
93.240
103.600
155.400
207.200
259.000
3010.800
3512.600
4014.400
4516.200
5018.000
6021.600
7025.200
8028.800
9032.400
10036.000

Riporto qui la tabella ufficiale della cisterna, così quando la cerco non impiego ore per trovare il foglio di Excel.

Ho messo il divisorio perchè volevo scrivere qualcosa, ma sticazzi. Ogni tanto intravedo tra i fumi della cortina di protezione la situazione assurda nella quale ci troviamo per colpa di un virus. Vabbè, finirà prima o poi, con o senza vaccino.

Leave a comment

Bandiere.

Nel grigiore del seccume basaluzzese, ho sostituito la bandiera italiana, scolorita, con due bandiere nuove di zecca. Una è la bandiera italiana impreziosita dagli stemmi delle quattro repubbliche marinare. E’ anche la bandiera della Marina Militare, ma la cosa non mi interessa, adesso non ricordo se è la bandiera che deve essere messa sulle barche da diporto, ma in ogni caso mi piace di più.

La seconda è la bandiera di Genova. Ai tempi in cui si andava fieri delle proprie bandiere la si poteva esporre senza riserve. Secondo la moda dei revisionisti storici, la bandiera bianca rosso crociata non richiama geste eroiche ma guerre di invasione mascherate sotto la pretesa di avere una valenza religiosa. Di questa ipotesi me ne strapazzo l’acciuga, può anche avere un fondo di verità, ma allora forse tutte le bandiere andrebbero ricondotte ad episodi di violenze e sopraffazione, anche quella della Bocciofila Righese o del Gruppo Canterini Bassa Val Lemme. Non ho appeso la bandiera dell’unione europea, non perchè io sia antieuropeista, anzi, ma proprio perchè di esporla me ne frega meno di un picocazzo.

E così facendo, ossia esponendo bandiere, ribadisco – perchè l’ho già scritto – mi rendo conto e mi pento e mi dolgo di aver infranto qualche regola post comunista che vieta di esporre bandiere di ogni tipo per evitare rigurgiti nazionalisti. Una volta avevo disegnato una bandiera con un buco del sedere in campo bianco. Non la trovo più. Vorrei rifarla ma se scrivo su Google “buco del sedere” di foto ne trovo 10.000 in 0.3 secondi ma guadagno chissà quale flag e per mesi temo potrebbro arrivarmi spam a tema “ano”. Che poi, chissenefrega, quasi quasi la rifaccio, me la faccio stampare e la appendo.

Ieri nel tardo pomeriggio mi chiama il portiere di New York. Ogni tanto lo fa, ci aggiorniamo sul rispettivo stato di salute nostro e delle nostre famiglie in tempo di COVID. Poi mi dice che c’è in portineria un ufficiale del censimento che vorrebbe sapere qualcosa su di me e me la passa. Questa signora mi chiede dov’ero il 1 aprile di quest’anno. Le spiego che ero bloccato in Italia per il lock down, mi domanda in quanti viviamo in casa, indugia, probabilmente sta compilando qualche modulo. Le dico di segnarmi presente perchè so che questo porta soldi delle casse federali alla città di New York, ride ma non commenta. Non so se ha deciso di considerare Miriam e me nel conto degli abitanti di New York, non conosco le regole del censimento, che in USA viene fatto ogni 10 anni. Quando ho ricevuto la telefonata ero dal fornitore di legname e discutevo di panchine. Per non farmi sentire sono corso via come se dall’altra parte del filo ci fosse stata la mia amante pronta a farmi una telesega.

4 Comments

E’ proprio bello.

Ieri sera tardi, giusto in tempo per schivare il temporalone, ho percorso il nuovo ponte di notte. E’ inutile discuterne, mi piace proprio. Perlare di orgoglio mi sembra eccessivo, ma mi sembra uno di quei ponti americani larghi, puliti, lisci e perfetti che ci sono nel New England. Anche in USA ci sono ponti brutti, maltenuti, decadenti, ma io parlo di quelli belli. Ecco, il nuovo ponte è bello, largo, luminoso. E quando viene preso dai fulmini non si brucia neppure la lampadina. Questa foto è magnifica, tempistica straordinaria, dovrebbe fare il giro del mondo insieme alle foto di gatti e qualche paio di tette di VIP.

Leave a comment

Quando parlo di buco.

Ormai il termine buco nella mia vita rimanda a qualcosa di arido e secco. Un tempo non era così, non scendo nei dettagli ma insomma mi sono spiegato. Adesso vedo la pioggia che cade ovunque tranne che a Basaluzzo. Io non invoco gli sfaceli che anche questa notte ha fatto a Genova e nell’entroterra, ma un pochino di pioggia non farebbe male, cazzo. Ed invece Basaluzzo è la capitale intonsa di quella striscia di asciutto che in realtà striscia non è, nel senso che è una bolla tondeggiante, piove intorno a tutti i punti cardinali.

Intanto a Genova è venuta una bulaccata con vento che ha allagato tutti i sottopassi noti, tirato giù alberi eccetera eccetera. Probabilmente mi si è allagata la casa, troverò il tappeto della nonna ridotto ad una piccaggia per la cucina, il cassettone della bisnonna, cassettone che un tempo era conservato come una reliquia sacra, ricoperto di muffa ed alghe. E qui a Basaluzzo, stracazzo, solo l’equivalente di una siringa di acqua per metro quadro.

Ecco la tabellina della situazione stagionale giorno/notte. Vorrei trovare il modo di far comparire qualcosa del genere sulla mia home page. Ho già espresso questo desiderio, ma come faccio a trovare una ditta che fa software che mi scrive una piccola routine da mettere on line ? La pago eh, non voglio nessuno che lavori per me gratis.

Leave a comment

Un coniglio.

Altrimenti noto come minilepre. In mancanza di argomenti, ecco una foto qualsiasi.

Prima colonna: la data. Seconda colonna: durata del giorno. Terza colonna: durata della notte. Quarta colonna: differenza del giorno rispetto al giorno precedente. Quinta colonna: differenza del giorno rispetto al solstizio precedente. Settima colonna: differenza di giorno rispetto al solstizio successivo. I valori sono espressi in hh.mm.ss. A parte la data che è espressa in gg/mm/aa. Si perchè ci sono gli americani ed i giapponesi che usano rispettivi modi diversi di scrivere la data, ho studiato ragioneria, mica cazzi.

Sto raggiungendo un buon livello maniacale. La tabella qui sopra è davvero una notevole pippa mentale, ma penso ci siano ancora ampi margini di miglioramento.

Oggi per la terza volta dall’inizio della pandemia Miriam mi ha tagliato i capelli. Un amico medico ieri alla notizia che ho gli anticorpi del COVID 19 le ha detto che il mio contagio potrebbe derivare da rapporti sessuali extra coniugali. Lei dice che si è distratta, ma adesso ho una chiazza dietro la nuca priva di capelli, sembra che io abbia l’alopecia. Non ho ancora visto di cosa si tratta, ma Miriam rideva alle lacrime e dunque sospetto che il risultato sia divertente.

Leave a comment

L’Almanacco del Giorno Dopo.

Per un certo periodo è stato il siparietto serale post telegiornale, o forse era prima, che andava in onda sulla RAI. Trasmetteva informazioni sui santi, le ricorrenze, non so cos’altro. Oggi siamo in tempi in cui l’italiota medio esploderebbe in uno “sticazzi” urlato a pieni polmoni di fronte alla seppur remota possibilità di infilarsi nel cervello una qualche nozione storica o culturale.

DataDurata GiornoDurata notteDifferenza luce con giorno preced.Guadagno o perdita dal solstizio ultimo
hh.mm.sshh.mm.sshh.mm.sshh.mm.ss
04/09/2013.04.3310.55.27– 0.03.01– 2.30.36

Questo sopra è un esempio di come vorrei avere tutti i giorni una tabellina in bella mostra con questi dati essenziali che mi danno orientamento su dove è il Sole e come sta progredendo la stagione. I dati sono facilmente ottenibili dal sito web dateandtime.com. Loro mi dicono che posso prendere i dati con un sistema diretto che ha un nome acronimo di salcazzo cosa, ma non ho idea di come si faccia. Ho scritto ad una ditta di software, quelle che ti fanno i siti web, mi ha cagato zero assoluto. Insisterò e cercherò altre ditte che hanno lo strano vezzo di mettere un form di richiesta informazioni e TI RISPONDONO PURE.

Leave a comment

Ora parlo di COVID-19.

E’ giunto il momento di parlare di COVID, ovvero desidero ardentemente esprimere il mio parere. Il mio percorso accademico è totalmente estraneo a qualsiasi disciplina che tocchi la biologia, la medicina. Dunque adesso aggiungo alla cacofonia generale il mio per nulla illustre e totalmente inutile giudizio. Mi guardo bene dal metterlo su qualche cazzo di “social” perchè li fuori c’è gente pronta ad aggredire ed insultare chiunque esprima un parere, su qualsiasi argomento incluso il COVID. Qui io rappresento una significativa percentuale di chi leggerà mai le cazzate che sto per scrivere. E poi posso sempre censurare gli improperi. Comunque sia, metto qui insieme notizie prive di qualsiasi controllo che ho letto in questi mesi corredate di un parere personale. Il prodotto della mia incompetenza e delle notizie farlocche che si leggono in giro non può che essere meno che pietoso.

Come è iniziato. Non credo sia stato creato in un laboratorio cinese per sviluppare qualche arma letale, I cinesi ci tengono per le palle, hanno in mano l’economia mondiale, che bisogno avrebbero di fare una guerra virale ? Se ci uccidono o distruggono le nostre economie nazionali a chi vendono la loro merda ? Ma forse è uscito, per errore, da un laboratorio che lo stava studiando, per ricercare il super vaccino globale che li farebbe si diventare ancora più potenti. Mi sembra strano che il virus possa essere uscito da un mercato. Un cinese che si è intrattenuto sessualmente con un pipistrello o un pangolino tramortito e si è infettato; i cinesi mangiano ed hanno rapporti intimi con animali improbabili da 3000 anni. In qualche modo ho letto che potrebbero essere coinvolti i Francesi. Quando hanno fiutato che c’era qualche problemino ed hanno cercato di aprire la porta del laboratorio costruito dai loro tecnici e con i loro soldi, hanno scoperto che i cinesi avevano cambiato la serratura e se ne sono tornati in Francia con le pive nel sacco. I primi casi in Cina forse addirittura nel Novembre 2019. I cinesi hanno cercato di tenere tutto nascosto, come hanno fatto quando hanno invaso il Tibet. Poi quando i contagi sono diventati incontrollabili, ne hanno parlato al mondo.

L’OMS, o WHO all’inglese. I cinesi probabilmente hanno detto all’OMS che c’era in giro una influenza atipica un po’ fastidiosa e che avevano messo sotto chiave 80 milioni di cittadini perchè fanno le cose seriamente, ma non c’è nulla di preoccupante. Quei bamba dell’OMS se ne sono stati delle dichiarazioni di un regime militare sul quale non hanno alcun tipo di controllo. Probabilmente i numeri dell’epidemia dichiarati sono un decimo di quelli reali, ma se vai a chiedere informazioni e li innervosisci ti sparano.

Codogno. E così il mondo intero è stato colto di sorpresa, noi siamo solo stati i primi. Inizialmente ci hanno preso per il culo, ma poi una per una, tutte le nazioni occidentali sono state colte totalmente impreparate, andate nel panico, stesse scene di ospedali nel caos. Nella mia New York nelle strade laterali agli ospedali c’erano i camion frigoriferi dove accatastavano i corpi prima di portarli via. Non sono in grado di giudicare la risposta del nostro governo, sicuramente si poteva fare meglio ma alla fine non mi sento di dare un voto. I medici del pronto soccorso il venerdì erano tranquilli nelle loro routine, il lunedì le corsie erano piene di gente che moriva e non sapevano cosa cazzo fare. E mentre dall’alto c’era un segnale di “occupato”, hanno praticato l’unica terapia conosciuta e disponibile nella letteratura medica scoprendo dopo mesi che era sbagliata. Hanno dato il colpo di grazia a centinaia di migliaia di pazienti in tutto il mondo, ma ne hanno anche salvati tanti perchè sono bravi e si sono sacrificati come nessun’altro. Sono i miei eroi, medici ed infermieri.

I virologi. Ne sono saltati fuori a decine. Tutti contro tutti, molti a gara per apparire in Tv o sui giornali, hanno offerto scenari diametricamente opposti. Alcuni di loro sono chiaramente in cerca di una carriera politica e sparano cazzate in senso forzatamente ottimista o pessimista. C’è chi va in corsia una volta all’anno e poi pretende di dire cosa si dovrebbe fare proprio in corsia. Direi che molti non hanno capito un cazzo non perchè ignoranti, ma perchè siamo piombati in una epidemia con un virus nuovo che forse di influenzale ha ben poco. Alcuni nel corso delle settimane sono passati da “è poco più che un’influenza” a “moriremo tutti tra atroci sofferenze attaccati al tubo di un respiratore” Diversi avrebbero fatto meglio a mettersi la lingua nel culo oppure, se la cosa fosse risultata difficile a meno di non essere un contorsionista, bastava stare belli zitti.

I test. Una mezza patacca. Ci sono dubbi che i tamponi funzionino sempre, i test sierologici andrebbero eseguiti due volte al giorno per un mese di fila per avere una casistica affidabile. Uno si sveglia negativo, la sera è positivo, la mattina dopo non sente i gusti, allora fa il tampone di nuovo ed è negativo. Intanto ha contagiato 8000 persone e dopo tre giorni è in terapia intensiva, ma risulta ancora negativo.

Ad esempio, a maggio ho fatto il sierologico e sono risultato pulito. Poi però mi è giunta la voce che nel posto dove avevo fatto gli esami del sangue, i reagenti buoni erano finiti ed usavano quelli di contrabbando che arrivavano da un laboratorio clandestino nei vicoli. Oggi ho fatto di nuovo gli esami del sangue, servivano in realtà per vedere il mio colesterolo ed altri parametri che Miriam teme possano essere sbagasciati. Vuole mettermi a dieta, farmi mangiare meno di questo e più di quest’altro. Già che c’ero ci ho infilato il sierologico per il COVID.

Ho gli anticorpi, ora il mio nome è in mano di ALISA e del governo mondiale, risulto come contagiato e guarito. Aspetto che la mia app “immuni”, che in Italia abbiamo scaricato in 10, si metta a fischiare segnalandomi che sono in prossimità di un soggetto a rischio, cioè io, vada in loop ed infine faccia surriscaldare ed esplodere il mio telefono.

Ho chiesto informalmente ad amici medici ed ho curiosato in rete: alla luce del risultato evidenziato con tanto di asterisco sul mio referto, le possibilità sembrerebbero diverse:

  1. Sono stato a contatto con il virus.
  2. Forse non è il COVID 19 ma un altro virus.
  3. Gli anticorpi sono pochi e non sono immunizzato.
  4. Non sono contagioso, ma forse farei bene a fare un tampone faringeo.
  5. Sono immunizzato ma me lo posso riprendere.
  6. Il sierologico funziona dal 50% al 70% dei casi.
  7. La Terra è piatta.
  8. Mi piace il formaggio.
  9. Miriam si domanda se è il caso che io vada a dormire in cantina (lei è pulita)

Ho chiesto una fotografia del condominio che stanno costruendo sulla Lexington altezza 78ma strada. Avevo visto il rendering fotografico quando avevano iniziato la costruzione, adesso mi sembra ben più grosso di quanto non mi fosse sembrato, ricordavo fossero 13 piani ma qui ne conto 19 o 20. Ed è anche brutto, ma mancano le finiture.

Il vicino che mi ha mandato la foto si chiede chi vorrà acquistare o affittare un appartamento in questi tempi di COVID. Stimo che gli ultimi tre piani avrebbero potuto costare nel 2019 tra i 20 ed i 30 milioni di dollari l’uno. Oggi chissà, in effetti la tempistica della costruzione non poteva essere peggiore. New York è una città con infinite risorse, ma questa dell’epidemia è una crisi senza precedenti, non riuscirei a fare alcuna previsione neppure dopo 5 Gin Tonic.

E per concludere la giornata, mentre scrivevo queste puttanate giracchiavo su facebook. Io seguo Bill Maher da anni, è presentatore di una trasmissione politica, democratico di ferro ma di quelli critici sugli stessi democratici. Ha riportato un articolo su Melania Trump che avrebbe usato mail istituzionali. E che palle, questi cicciolli di democratici perdono tempo in stronzate di prima grandezza quando rischiano di far eleggere Trump per un secondo mandato. Tipico di una certa “sinistra” snob che pensa a cazzate mentre perde di vista la rotta principale. Dimenticate tutto e mettetevi in bolla per andate a votare per Joe Biden, cazzo. Lo penso e l’ho commentato. Non credo sia la prima volta che scrivo sulla sua pagina, ma questa volta lo stesso Bill Maher mi ha risposto dopo pochi secondi.

2 Comments