Oggi pioggia.

Oggi moderata perturbazione atlantica con scirocco, pioggia discreta, mare leggermente mosso. In questa sequenza, la pilotina va verso la nave, la pilotina approccia la nave che era ferma in attesa, la pilotina si affianca alla murata della nave che nel frattempo si è messa trasversalmente al vento per far salire il pilota a bordo.

Ma a parte queste noiosissime ed inutili indicazioni corredate di foto scadenti, ecco la parte più interessante della giornata.

Quarantotto virgola otto millimetri di pioggia alla stazione di Basaluzzo. Poco meno di cinquanta litri di preziosa acqua per ogni assetato metro quadrato di terra. La natura gioisce. In tempi normali sarei probabilmente stato per ore sotto la tettoia a godere del rumore della pioggia, perchè in questa stagione sono generalmente nella Ridente Località a tenere in ordine, parlare gli alberi, tirare qualche crackers alle carpe. Non questo 2020. Mi sono dunque evitato una cefalea furiosa che facilmente mi viene dopo essere stato un’ora sotto la tettoia quando piove e tira vento. Mi devo sedere sullo schienale della panchina perchè l’acqua di stravento bagna la seduta. L’umido e la posizione in bilico mi procurano dolori articolari, poi verso sera compare il mal di testa. Ma ne vale la pena.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.