Varie di sabato 9-5-20.

Smart working. Me lo posso permettere perchè il mio è un lavoro da ufficio, se fossi obbligato a farlo per sempre, forse potrei portarmi i classificatori a casa, chiudere l’ufficetto dove sono da solo, risparmiare un po’ di spese. Dovrei istruire i miei conviventi a non passare l’aspirapolvere se sono in videoconferenza o semplicemente al telefono, dovrei trovarmi un posto più defilato in casa per non interferire con il resto ed avere un po’ di spazio ad esempio per la stampante scanner. Ogni tanto devo spedire dei documenti di carta, posso andare dal corriere oppure forse i corrieri fanno il ritiro a domicilio. Però bisogna abituarsi a non adottare atteggiamenti casalinghi durante le videoconferenze. Vietato mettersi le dita nel naso, piegarsi di lato per scoreggiare. E’ difficile, lo so. C’è chi dice che lavorare a casa non assicura il fisiologico e fondamentale stacco emotivo tra casa/lavoro che sarebbe indispensabile per poter definire dei confini tra le due cose e non confonderle tra loro. In effetti ieri, per esempio, ero concentrato su una mail alla quale avrei dovuto rispondere, sguardo fisso medio bovino allo schermo del computer, arriva silenziosamente Miriam alle spalle, e fuori dal nulla grida “ARRIVA UN VACCINO MADE IN USA” facendomi fare un salto sulla sedia. Intanto sono praticamente in pensione e, se non lo sono già, le previsioni di business sono talmente buie che in pensione ci vado per forza tra un paio di anni.

Miriam e sua madre si sono fatte un ritocco ai capelli con prodotti che mi hanno fatto ordinare su Amazon la settimana scorsa. Dico questo perchè voglio sia ben chiaro che non ho alcuna responsabilità. Miriam ha i capelli castani e voleva nascondere la crescita grigiastra. Le ho detto più volte che a me piace anche con i capelli grigi anche se alla lunga potrebbe sembrare Maga Magò in versione slim. Adesso ha una specie di macchia sulla fronte, all’attaccatura dei capelli che sembra Diabolik ed un paio di onde nere che sembra Vil Coyote quando gli esplode un petardo in faccia. Sua madre invece è gialla pannocchia con delle incredibili sfumature verdi. E’ un misto tra Harpo Marx e Billy Eilish. Si è aggiustata le sopraciglia ed ha acquisito un qualcosa di Macario. Lei stessa ha ammesso di avere un colore simile alla minestra di piselli e patate, senza i ditalini rigati.

Mi sono sempre chiesto quali studi di marketing abbia fatto la Tirrenia per convincersi a dipingere le navi con i super eroi. Lo fate per quei bambini del cazzo che se non vedono Superman non vogliono prendere il traghetto ? Fanno i capricci ? Il piccoletto di 5 anni si blocca e dichiara che “Su questo orrido traghetto non salgo a meno che non venga dipinta l’intera nave con i super eroi“. O Bugs Bunny, o Wonder Woman ?

Salvo questa foto per guardarmela se e quando finirà questa epidemia, se sarò vivo. Ordiniamo frutta e verdura una volta alla settimana. La consegna ed il pagamento avvengono in strada, poi porto le derrate a casa e le lascio sul terrazzo, poi allestisco la lavanderia e lavo i prodotti alimentari con acqua ed Amuchina, uccidendo ogni forma vivente ed indebolendo così il mio sistema immunitario, dunque se non morirò di COVID-19 morirò di qualsiasi altra infezione o malattia alla prima occasione.

Ogni tanto metto su Facebook qualche cazzata il cui intento è prendere per il culo chi crede nei vari complotti mondiali. Sicuramente ci sono cose che non ci dicono, ma nessun complotto, non serve; ci facciamo abbindolare da chiunque, comunque, senza troppa fatica. Questa mattina i due gabbiani sul vicino tetto erano in fase di riposo. Credo che tra pochi giorni verranno i pulcini.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.