Jojo

E’ un ristorante bio di cucina americana. Il 90% del personale femminile é particolarmente attraente. Generale diffusione tra i clienti maschili di una importante difficoltá nel mantenere un eye-contact perché lo sguardo é fatalmente attirato verso la scollatura. Qualche giorno fa lessi un articolo, o quantomeno lessi alcune righe nelle quali una pettoruta giornalista con una webcam negli occhiali chiedeva informazioni ai passanti e questi, inevitabilmente, posavano lo sguardo nella scannalatura. Il tutto per registrare e dimostrare che gli uomini non hanno ritegno nel fissare le tette delle donne perché sono maniaci sessuali, maleducati, incivili, aggressivi e potenziali molestatori. Mi spiace, ma é come ritirare di scatto la mano dalla pentola bollente, uno non ci pensa, lo fa istintivamente. Per una frazione di secondo gli occhi sono controllati dall’Amigdala o qualche altro articolo ancestrale del nostro cervello e non é possibile evitarlo. Poi nelle persone come me lo sguardo si rialza istantaneamente per guardare negli occhi l’interlocutrice oppure, se il senso di colpa prevale, si fissa un punto lontano, in un angolo opposto della nostra galassia cercando di dare l’impressione di totale neutralitá rispetto alle cose private di questa Terra.

Questo é il mio contributo alle foto di gruppo della serata. Potrebbe essere lo sguardo di chi, come sopra, si accorge che la ragazza di fronte si é accorta che le hai appena guardato le tette e tu ti senti un vecchio maniaco sessuale. Gli altri nella foto avevano espressioni normali. Per stampare ed esporre la foto in un portafotografie con cornice di argento da metter sul mobile buono nella stanza buona e dimenticarsene per sempre, dovranno tagliarmi fuori.

Ad ogni buon conto abbiamo cenato benissimo e meno male che non era lontano, perché di taxi neppure l’ombra. Quattordici blocchi non sono difficili anche con temperature sotto lo zero.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.