Domenica notizie.

Comincio con un riccio che è venuto a curiosare. Gli ho chiesto se aspettava un momento. Sono rientrato in casa ed ho cercato la ricetta del riccio in umido con patate. Ho caricato il fucile a pallettoni ma quando sono uscito per commentare con lui la deriva populista, se n’era andato. Non è stato cortese andarsene così. Gli auguro di avere solo amici noiosi e che nessuno capisca le sue battute.

Non posso dire che a Basaluzzo io tenga un prato all’Inglese. Anzi, posso partecipare al concorso “vinci la varicella con un prato chiazzato”. Questa foto fa davvero schifo, i colori sono bislacchi ma rendono l’idea di come il prato cresca privo di un qualsiasi senso estetico. In più ci sono i petali del melo giapponese che invece che cadere in Giappone, chiazzano ulteriormente la già precaria situazione.

Qui invece sono a Genova. Virghe di pioggia dal cielo e caigo sugli Appennini, così, tanto per variare.

Ed ora, notizie sulla Portata della Pompa.

Astenersi perditempo.

I primi risultati che si evincono dalle letture del contatore sono contrastanti. Ad una prima, sommaria aggregazione dei dati sembrerebbe che una pompata sia di circa 450 litri ciascuna. Altresì parrebbe che tra una pompata e la successiva passino grosso modo 5 ore. Malauguratamente le letture in sequenza dei litri pompati nelle 24 ore raccolte fino ad ora variano da 2.272 a 837 litri, poi c’è una lettura di 48 ore pari a 5.243 litri, che potrebbero corrispondere a 2.621 litri per 24 ore, oppure 21 litri la prima e 2.600 la seconda. Insomma, è ancora presto per farsi una idea precisa. O meglio, neppure una idea imprecisa; devo fare ulteriori verifiche.

Clicca

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.