Pompe.

Ho iniziato la prima vera misurazione della portata del pozzo. Oggi alle ore 13 e 40 la pompa si è spenta, dopo aver tirato su circa 450 litri di acqua. Questo è il volume di acqua che intercorre tra le due sonde che comandano la pompa. Questo è il punto zero, da qui si possono iniziare a fare i calcoli di portata. Da qui in avanti verificherò il contatore e da qui farò ulteriori misurazioni simili e comincerò a trarre le conclusioni, ossia se il pozzo ha acqua in buona quantità oppure se è una ciofeca ed i soldi spesi per il pozzo potevo spendermeli in cibi esotici, vestiti firmati, buoni del tesoro o altri generi di prima necessità.

E visto che, genericamente parlando, sono un maniaco, prima del punto zero ho eseguito diverse verifiche preparatorie. Perchè non mi fido dell’idraulico, non mi fido dell’elettricista, non mi fido di chi ha scavato il pozzo, non mi fido della dinamica dei fluidi, non mi fido delle teorie atomiche su ossigeno ed idrogeno. Insomma, devo controllare in prima persona.

Utilizzando il manico di una scopa ed una corda con due gasse, ho tirato su il tappo del pozzo. Il pozzo è il tubo azzurro. Dentro il pozzo ci sono un tubo di mandata dell’acqua e due cavi elettrici, uno che alimenta la pompa ed uno che alimenta le sonde. Ho estratto il cavo con le sonde.

Le sonde elettriche sono quelle cose nere attaccate al cavo svolto sul terreno. La sonda di minimo è a 29 metri sotto il livello del prato, quella del massimo è a 19 metri sotto il livello del prato. E già mi si annoda il belino su un quesito: se la pompa è a 40 metri sotto il LDP, perchè la sonda del minimo è a -29 ? Quei dieci metri abbondanti che la separano dalla pompa sono un refuso di progettazione, il cavo era troppo corto oppure ha un senso ? Chiederò a chi ha fatto il pozzo. Quella matassa di filo sottile sulla sinistra che si infila nel tubo porta all’estremità la mia sonda. La sonda manuale di mia costruzione (l’unica cosa dell’intero citrone sul cui funzionamento e sulla cui affidabilità sono certo) verrà impiegata nelle settimane a seguire con la seguente modalità: aspetto che la pompa abbia svuotato il tubo, appena si ferma apro lesto il coperchio del pozzo, nello sforzo mi si tira un nervetto nella schiena e rimango durissimo, bloccato con una inclinazione a 90 gradi. Calo la sonda nel pozzo, a -29 metri sotto il LPD dovrebbe trovare acqua. Poscia aspetto 30 minuti. Ripeto l’operazione e misuro a che livello è salita l’acqua. Ripeto l’operazione infinite volte e passo la notte all’adiaccio. La mattina mi trovano morto vicino al pozzo e penseranno ad un incidente.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

2 Responses to Pompe.

  1. budoro says:

    Caro Ste perché non chiedi ad una ragazza dell’est di un quartiere rosso qualunque che di queste cose se ne intendono ??????

Leave a Reply

Your email address will not be published.