Liquidazione Pedale Terra

(non c’è cuscinetto di peso)

Questa è la formidabile descrizione delle caratteristiche di un monopattino cinese, descrizione copiata dal sito web del produttore, versione italiana. Si tratta di “Tipo di Sciarba” che corrisponde ad uno “scooter elettrico calcio“. In effetti scooter è il termine inglese per monipattino. Purtroppo temo che questi siano gli ultimi scampoli che si vedono on line di traduzioni alla cazzo, tra non molto anche questi scompariranno e le traduzioni saranno perfette. “Tipo di sedile, senza sede“. “Tipo pieghevole: pieghevole”. “Numero di ruota, 2 ruota“. Da leggere tutto in un fiato, un capolavoro.

Tutto questo perchè sto valutando l’acquisto di un monopattino elettrico per la tratta casa-ufficio-casa. Il complesso edificio mentale che mi ha portato ad accarezzare questa ipotesi, pone le proprie basi sul fatto che ho ancora ampie porzioni del mio cervello che non si sono adeguatamente evolute. La bicicletta (elettrica) poteva essere la scelta più ovvia, però si sarebbe posto il problema di dove parcheggiarla sotto l’ufficio, o meglio dove farsela rubare. Non sono capace ad andare in pattini. Impercorribile anche la scelta di orientarsi su un triciclo elettrico, ammesso che ne esistano. O un go kart a pedali (ne avevo uno da bambino e lo adoravo). Resta dunque un monopattino che si piega e si può portare in ascensore senza ingombrare. Le condizioni del percorso urbano sarebbero ideali; la ampia passeggiata a mare e poi un lungo e largo marciapiede prima di arrivare a destinazione.

Sono consapevole che questo sia un giocattolo di cui potrei benissimo fare a meno. Il rivenditore è disponibile a farmelo noleggiare per una settimana per consentirmi di capire se il test supera le mie aspettative o se dopo un km sono già al pronto soccorso oppure mi convinco che l’acquisto sarebbe una cazzata.

E poi ieri sera ho mangiato troppo. Devo fare movimento ma ho un piede dolorante e cammino a fatica, vorrei consumare qualche caloria ma non troppe, il monopattino impone un esercizio di equilibrio che fa bene alla mia schiena piena di ernie e richiede un minimo sforzo atletico, sicuramente qualcosa in più di stare seduto sul motorino.

Va bene, mi sono inventato i presunti benefici salutari del monopattino. Resta il possibile divertimento di andare in ufficio in modo alternativo, e soprattutto mi solletica l’idea di salvarmi dallo stress di condividere la strada con gli innumerevoli coglioni che guidano auto e moto. Mi pesa sempre di più e loro sono ormai la maggioranza.

Ieri sera dicevo ho mangiato troppo. Sono stato in una trattoria imbriccata, davvero a casa del diavolo, dove hanno una stanza dedicata esclusivamente alla preparazione della pasta e soprattutto dei ravioli. Ma non era quello lo scopo del viaggio. Ho preso una porzione invereconda di cervella ed animelle fritte. Le animelle, o laccetti, sono deleterie perchè piene di colesterolo ed in più la frittura aggiunge grassi insaturi, radicali liberi, le patologie dell’animale ucciso vengono esaltate. Ma quanto sono buone.

Ecco perchè c’è bisogno di un monopattino.

Altro Argomento.

Mi è comparsa una piccola icona sul pc di casa. Ho cliccato e mi ha detto che aveva trovato il mio telefono che poteva collegarsi via bluetooth. Intanto il mondo dei rivenditori e dei commissari politici della Spectre già conosce il contenuto del mio telefono e tutto quanto faccio on-line, dunque che sarà mai se permetto ai miei due di parlarsi tra di loro ?

Però qualcosa è andato storto e LUI non è riuscito a fare le cosine per bene e dunque mi aspetto qualche aggiornamento con il quale il Sistema provvederà a mettere in contatto il mio pc ed il mio telefono.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.