Di nuovo sfiorati. Per fortuna.

Quando io mi lamento perchè i temporali ci sfiorano lo penso davvero, perchè il temporale che dico io è un bel temporale estivo che porta una ventina di minuti di pioggia intensa, forse qualche raffica di vento, forse qualche chicco di grandine, ma è solo un bene per la terra. Però quando vedo il viola nel radar spero che al contrario se ne stia ben lontano. Il viola nel radar vuol dire precipitazione a fondo scala, ed il fondo scala vuol dire che la conformazione del nucleo temporalesco ha uno sviluppo verticale imponente, e questo porta a correnti d’aria potentissime, sia verticali che orizzontali. Insomma alberi abbattuti, tetti scoperchiati. Ad Alessandria, proprio sotto la macchia viola, è accaduto tutto questo. Ormai i temporali estivi con le caratteristiche che dico io vengono solo in montagna, quando arrivano in pianura con il caldo che fa si gonfiano ancor di più, la base scende di quota e trova aria rovente, la spinta in alto si intensifica e se ci sono le condizioni in quota, sono dolori.

A Basaluzzo per il momento, in attesa del vero peggioramento di domani, è piovuto un po’ e ci sono 22 gradi, mi accontento e ringrazio. Ma se devo scegliere, tra il viola del radar ed il seccume, preferisco il seccume.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.