Nuovi

Tre nuovi gabbiani sul tetto della casa di fronte. Piccoli, paffuti, teneri ma non edibili ed è per questo che in giro ce ne sono tanti. Se un giorno qualcuno si svegliasse e trovasse un modo di cucinarli o farci dei soldi, anche questi diventerebbero a rischio estinzione. Farebbero subito delle leggi – severissime- che prevedono la decapitazione per due volte a chi li maltratta, ma i gabbiani si estingueranno comunque, perchè noi siamo più intelligenti. Intelligenti e rompicoglioni; ogni giorno qualche miliardo di persone si svegliano e molte di quelle si chiedono “come posso oggi rompere il cazzo a qualche essere vivente ?”. Un gabbiano, ad esempio. Gli posso sparare per mangiarlo, con le piume faccio un cappello o uno spazzolone per il gabinetto, il fegato contiene tetra-metil-belin-nelano con le sue proprietà che fanno nuovamente erigere il membro. Adesso guardo su Google. In definitiva sono molto carini e starei ad osservarli a lungo ad eccezione di quando la mamma arriva e rigurgita il cibo – yeeech – per i piccoli.

Sono rimasto chiuso fuori dall’ufficio. Stordito per il jet lag e la significativa dose di rotture di scatole che emergono dalla posta elettronica quando rientro. Uscendo per andare a mangiare un boccone a mezzogiorno mi sono tirato dietro la porta mentre guardavo bovinamente e con l’encefalogramma piatto le chiavi che tenevo in mano. Che non erano quelle dell’ufficio ma quelle di casa. Chiedo al portinaio che mi dice che per aprire la porta ci vuole la lastra che è in dotazione al portinaio capo. Io immagino una struttura di metallo appositamente forgiata, con dei sensori ed un materiale sintetico che assume la forma della mia serratura e la apre con un rumore di sintetizzatore. No, è una lastra radiografica, piegata in due, a formare una radiografia piegata in due. Il portinaio capo, addeddo alla lastra, mi ha accompagnato fino alla porta, ha infilato la radiografia nella fessura della porta, e quest’ultima si è aperta come nulla fosse in meno di 10 secondi. Se George Clooney ne avesse avuta una, il film Ocean Eleven sarebbe durato un minuto.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

2 Responses to Nuovi

  1. Mig1 says:

    Nei film quelle porte si aprono con una carta di credito o similia.
    Usare la “lastra del portinaio capo” è molto più 2da film” e infatti succede nella vita reale.
    Adesso sai come entrare in tutti gli uffici del palazzo. evviva i paspartù (non provo a scriverlo in francese un po’ per il mio odio viscerale per questa lingua impronunciabile e un po’ per ignoranza)!

    • admin says:

      Passe partout. Credo. E poi sicuramente ci sono accenti acuti, circonflessi e genuflessi che non ho sulla tastiera. La lastra è una istituzione condominiale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.