Solo per dire che.

Si ripresenta il problemino che Aruba pensava di aver sistemato qualche giorno fa. Il risultato è che le webcam non riescono a trasmettere gli aggiornamenti e le foto esistenti non sono visibili.  Ho scritto nuovamente, limitandomi a segnalare la questione senza utilizzare aggettivi colorati. Il sistema dunque è instabile, pertanto se non pongono rimedio il problema andrà avanti per sempre, cioè fino a quando il sole diventato una gigante rossa avrà inglobato la Terra.

Altro argomento.

Gastone, dacci dentro. L’equilibrio ecologico della Pozzanghera dipende anche da te. Più mangi e meglio è.

Clicca

Superalcolici.

I whiskey di marca, quelli che si chiamano qualcosa tipo Vulvaglandaruddish e che vengono bevuti da fighetti perchè è stato invecchiato 3000 anni in una botte di torba e letame di  Angus mancino. Invece Miriam acquistò nel 2005 al supermercato Unes di Basaluzzo una bottiglia di Glen Flat, imbottigliato a Bologna (davvero) costato 5 euro, che ha l’odore di quando bruci la frizione. Siamo stati oggetto di scherno da parte degli amici ai quali lo abbiamo offerto e la bottiglia è ancora quasi piena.

Ma ho scoperto di avere un amico che è peggio di me. Al termine della cena informale a casa sua ci ha chiesto se avremmo gradito un liquore.

L’etichetta nel corso delle varie ondate di caldo estivo si è scollata ai bordi e si è irrigidita.

Ha tirato fuori una bottiglia di un intruglio dal nome Pommeau che forse era li da quando il nonno acquistò la casa nel 1951 (pare invero risalire al 1994)

Tutti si sono defilati dopo averne sentito l’odore, io l’ho assaggiato. Uno strofinaccio da cucina dopo che hai rimosso una vomitata dal pavimento usando la varechina. Ho verificato che si tratta di Cognac con succo i mele. Forse va bene per riempire i boeri da vendere negli Autogrill ai turisti stranieri, a me sembra una schifezza a prescindere.

Di fronte all’ilarità generale il mio amico ha dunque estratto dal mobiletto un Porto, se possibile anche peggiore del precedente liquido. Se, tornando a casa, mi avessero fermato i Carabinieri per il test dell’alcool, l’alcolimetro avrebbe emesso un rumore strozzato ed avrebbe smesso di funzionare. E mi avrebbero arrestato.

Grattarsi produce endorfine.

Sono pieno di punture di insetti e croste sanguinolenti. Perchè le punture mi prudono, pertanto mi gratto provando un piacere enorme. Mi gratto in maniera compulsiva con la faccia da orgasmo passando in meno di mezzo minuto dal piacere al bruciore e da li al dolore. Come se la cervice vaginale fosse fatta di ortiche.

This entry was posted in All possible crap. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.